Blog

Benessere 1.0: la prevenzione prima di tutto

BENESSERE 1.0: LA PREVENZIONE PRIMA DI TUTTO

Come possiamo mantenere o ritrovare il nostro Benessere facendo prevenzione, secondo i principi olistici?

Il termine “olistico” significa TOTALITA’.

In questo caso l’approccio olistico a sostegno del nostre benessere e della nostra salute sta ad indicare che bisogna intervenire su piani paralleli, per sostenere la persona, nel corpo, nella mente e nelle emozioni. La prima cosa da fare è quella di mantenere integro il  sistema immunitario.  Poiché ci difende da virus e da batteri, se questi aumentano a seconda della stagione o dell’ambiente in cui ci troviamo, abbiamo il dovere di sostenerlo nella sua dura battaglia quotidiana.

Le principali azione che possiamo intraprendere per aiutarlo nel suo delicato compito sono: una corretta alimentazione, l’utilizzo di olii essenziali, di integratori naturali, di fiori australiani ed l’attività fisica.

Benessere e prevenzione

Benessere e prevenzione

BENESSERE: L’ ALIMENTAZIONE A SOSTEGNO DEL CORPO!

L’intestino ha un ruolo fondamentale per il nostro benessere. Esso ci aiuta nella produzione delle difese aspecifiche (naturale ed innata) se la sua mucosa è integra e nutrita nella maniera corretta.

Esistono degli alimenti eccellenti a sostegno sia dell’intestino che del sistema immunitario.

1)KIWI, AGRUMI, CRUCIFERE, SPINACI, PEPERONI contengono una elevata quantità di  vitamina C.

Quali sono le sua funzioni?

-A livello immunitario, incrementa l’attività dei globuli bianchi, i livelli di interferone (composto antivirale e anticancerogeno presente nell’organismo) e il numero e la risposta degli anticorpi (immunoglobuline) prodotte dai batteri intestinali.

Favorisce la produzione di collagene, proteina fondamentale per il benessere delle nostre cartilagini, del tessuto connettivo, dei legamenti e dei tendini.

-Funge da ottima  cicatrizzante.

Ecco che risulta indispensabile la vitamina C per ripristinare l’impermeabilità intestinale, in caso di disbiosi, assieme ad una corretta integrazione di fermenti lattici.

Oltre alla vitamina C che possiamo ricavare dagli alimenti, consiglio vivamente, soprattutto nel periodo autunno – inverno, un’integrazione di  1-1,5g al giorno.

2)Il PESCE è un altro alimento, a sostegno del sistema immunitario, e quindi del nostro benessere, soprattutto quello di piccola taglia, in quanto ricco di OMEGA 3. Sotto forma di EPA e DHA, gli omega 3 contenuti soprattutto nelle sardine, acciughe, sgombri e nel salmone, sono stimolatori dei macrofagi. I macrofagi sono cellule immunitarie altamente differenziate nei vari tessuti dell’organismo, dove ricoprono il ruolo di “spazzini del corpo umano”. I macrofagi si concentrano dove c’è necessità di eliminare un rifiuto, come un battere, un prodotto di disfacimento dei tessuti o una cellula danneggiata.

3)Lo ZINCO è un sale minerale a sostegno del benessere del nostro sistema immunitari0. Ha un ruolo centrale nella maturazione e nella differenziazione delle cellule immunitarie, promuovendo lo sviluppo dei linfociti e la produzione degli anticorpi.

Solo il 20-30% dello zinco presente negli alimenti viene assorbito dall’organismo ma, come avviene per molti altri nutrienti, questo processo è strettamente legato ad una regolazione intestinale.

Le maggiori fonti di zinco alimentare sono i prodotti di origine animale come pesce, crostacei, pollame

La concentrazione di zinco nei vegetali varia con il livello del minerale nel terreno. Con una concentrazione adeguata, i prodotti che incamerano maggiori quantità del metallo sono grano e altri semi amidacei – come i legumi – le noci e le mandorle –  i semi di sesamo ed il girasole.

4)AGLIO E CIPOLLA: Utilizzarli in abbondanza per insaporire insalate, sughi, e piatti a base di carne e pesce. Meglio crudi per mantenere tutte le caratteristiche nutraceutiche.  L’aglio contiene allicina, un antibiotico naturale che inibisce la crescita batterica; la cipolla è ricca di fibre prebiotiche che mantengono pulito l’intestino. Insieme (o da soli), aglio e cipolla aiutano a rafforzare il sistema immunitario.

5)CIOCCOLATO con una percentuale di cacao superiore al  72% , si è dimostrato in grado di stimolare la produzione di linfociti T, cellule del sistema immunitario che ci aiutano a combattere le infezioni. La dose consigliata giornaliera è di 20 grammi. Inoltre in inverno è un ottimo alleato per contrastare leggere depressioni  perché ricco in triptofano, un amminoacido che è il precursore della serotonina, l’ormone del “buonumore”.

 

Benessere e alimentazione

Benessere e alimentazione

 

BENESSERE: GLI OLII ESSENZIALI A SOSTENEGNO DELLA PSICHE

Il Benessere della nostra psiche può essere influenzati dai profumi e dagli odori che ci circondano.

I profumi, in particolare quelli naturali a base di oli essenziali, sono degli ottimi equilibratori in tutti i periodi dell’anno, ma maggiormente nei momenti di passaggio stagionale, quale può essere l’autunno.

Con il diminuire delle ore di luce è facile, durante l’autunno, esasperare la naturale malinconia di queste giornate caratterizzate dai colori ancora caldi ma via via sempre più tendenti alla terra; così la spontanea introspezione può trasformarsi in malinconia o lieve depressione.

Per vivere meglio questo momento si possono utilizzare oli essenziali che scaldino e purifichino, che portino l’attenzione verso l’interno in modo graduale e sereno.

Le miscele di oli essenziali si possono usare nel brucia essenze, o nei diffusori elettrici.

Benessere per il cambio stagione: miscela di olii essenziali per la malinconia:

Rosa damascena, 6 gocce: è l’essenza antidepressiva principale, cura in profondità malinconia e traumi affettivi, permette di superare il passato;

Bergamotto, 6 gocce: è un’essenza antidepressiva, che stimola l’appetito. In autunno serve anche come antisettico naturale, prevenendo l’insorgere di raffreddori;

Salvia sclarea, 4 gocce: la salvia sclarea aiuta a raggiungere una sempre maggiore introspezione, pacificando gli stati d’ansia e di iperattività;

In generale, per la casa, durante l’autunno si richiamano ancora i momenti caldi dell’estate, optando per essenze fruttate, ma si aprirà anche l’aria a essenze più frizzanti, come il cipresso. La miscela per l’autunno pacifica e porta all’interno di se stessi gradualmente, lasciando andare quanto è passato senza rimpianti.

Benessere e olii essenziali

Benessere e Olii essenziali

BENESSERE: I FIORI AUSTRALIANI A SOSTEGNO DELLE EMOZIONI

I fiori australiani offrono una straordinaria velocità d’azione terapeutica per il nostro benessere. Vanno a riequilibrare lo stato emotivo, permettendo di raggiungere un’armonia a livello fisico e spirituale, ovvero sia di ristabilire quello che oggi viene chiamato BENDESSERE.

I fiori che suggerisco per incrementare le difese immunitarie e sostenere l’umore sono:

Peach-flowered Tea-Tree: da utilizzare in caso di sbalzi d’umore o quando si oscilla fra la gioia e la depressione. Da consigliare anche per coloro che iniziano un progetto con tanto entusiasmo ma poi non lo portano a termine, perché strada facendo è sopraggiunta la noia. L’incoerenza di questo atteggiamento può essere causa di frustrazione e depressione. Il rimedio dona la costanza e un maggiore equilibrio emotivo e la capacità di portare a termine gli obiettivi prefissati.

Illawarra Flame Tree: adatto a persone che si sentono emarginate, rifiutate, rimanendo profondamente ferite quando percepiscono un rifiuto reale o immaginario. Queste persone per evitare possibili rifiuti tendono a fare cose che non vorrebbero, come provare una profonda negazione del Sè che porta ad un graduale indebolimento del timo, la chiave del sistema immunitario. Questo fiore rafforza e bilancia questa ghiandola responsabile di una corretta attività di autodifesa da parte dell’organismo.

Autumn leaves: è un’essenza ricavata dalle foglie cadute in autunno. Da utilizzare nei momenti di grande cambiamento come potrebbe essere il passaggio dalla scuola materna a quella elementare, il cambio del lavoro, della casa, una gravidanza, l’ingresso in menopausa ed il cambio di stagione soprattutto dall’estate all’autunno. E’ un fiore che lascia andare i momenti passati, nella consapevolezza che, con la “primavera” tornerà la serenità

Mint Bush: per i periodi di perturbazione della vita, in cui hai la sensazione di essere dentro a una lavatrice, in balia del caos e della confusione, questo è il fiore indicato quando ti senti messo alla prova oltre i tuoi limiti. Sei sul punto di crollare, perché credi che ogni cosa che vivi o sperimenti sia troppo grande per te da affrontare e non sia in grado di andare avanti. Il rimedio dona la calma, la chiarezza e la sensazione di essere all’altezza, oltre che una tranquilla iniziazione spirituale.

Fiori Australiani

Fiori australiani

 

BENESSERE: GLI INTEGRATORI NATURALI A SOSTEGNO DEL SISTEMA IMMUNITARIO

A livello integrativo esistono diversi rimedi naturali a sostegno delle difese immunitarie e ad azione adattogena.

1)L’ASTRAGALO: per il nostro benessere, è un’erba che cresce in Cina e in Mongolia. Da oltre due secoli, è utilizzata nella medicina tradizionale cinese come un integratore naturale per il benessere del sistema immunitario. Ha azione immunostimolante, antiossidanti,  antivirali, fibrinolitiche ed epatoprotettive.

Le proprietà attribuite all’astragalo sembrano essere svolte soprattutto dai polisaccaridi e dalle saponine contenuti all’interno della pianta stessa.

L’attività immunostimolante dell’astragalo sembra confermata da diversi studi condotti in merito, da cui è emerso che quest’azione potrebbe essere esercitata attraverso differenti meccanismi, quali: l’incremento della proliferazione dei linfociti B; l’aumento della sintesi di interleuchine e del fattore di necrosi tumorale da parte dei macrofagi e l’incremento dell’attività dei linfociti T.

Un altro studio condotto su animali, invece, ha dimostrato che l’astragalo può essere capace di inibire la replicazione del virus Coxsackie B-3, un enterovirus in grado di provocare miocarditi e pericarditi.

2)Il CORDYCEPS: è un fungo tipico degli altopiani tibetani, dove è possibile trovarlo tra i 3000 e i 5000 metri di altitudine. Particolarmente raro, è un fungo apprezzato e addirittura venerato nei paesi d’origine grazie alla sue stupefacenti caratteristiche e proprietà.

Normalmente il fungo, per il nostro benessere, viene consigliato per

  • Rinforzare il sistema immunitario;
  • ridurre l’infiammazione;
  • aumentare le prestazioni sportive;
  • migliorare le prestazioni sessuali.

Inoltre, gli integratori di Cordyceps sinensis possono essere utili per ridurre la glicemia e migliorare la salute cardiovascolare, in associazione con altri rimedi, alimentazione equilibrata e stile di vita sano.

I componenti presenti nel Cordyceps (cordicepina, polisaccaridi, fitosteroli) apportano benefici a tutto l’organismo. Innanzitutto questo fungo è in grado di stimolare e modulare la risposta immunitaria, aumentando le naturali difese dell’organismo nei periodi di forte stress.

Il Cordyceps ha poi proprietà antifiammatorie e antiossidanti che aiutano a combattere stati infiammatori cronici e a rallentare i processi di invecchiamento, motivo per cui questo rimedio è chiamato anche “fungo della giovinezza“.

Inoltre, l’azione adattogena e tonica può essere sfruttata per aumentare la resistenza fisica, migliorare le prestazioni sportive e sessuali.

Per le sue proprietà, infatti, il Cordyceps è noto come “viagra himalayano”. Questo perché sembra che la sua assunzione sia in grado di regolare la produzione ormonale agendo sull’apparato riproduttiva.

3) UNCARIA: le sono attribuite numerose proprietà, fra cui ricordiamo quelle per il benessere del sistema immunitario ad azione immunostimolante, antinfiammatoria, antivirale, antiossidante.

Gli alcaloidi ossindolici contenuti nell’Uncaria, sono i responsabili dell’attività immunostimolante attribuita alla pianta. Da studi condotti su animali, infatti, è emerso che queste molecole sono in grado di stimolare la produzione di interleuchina-1 ed interleuchina-6 a livello dei macrofagi alveolari, in maniera dose-dipendente.

Le proprietà antinfiammatorie e antiossidanti ascritte alla pianta sono state confermate da studi condotti sia in vitro, sia in vivo. L’azione antiflogistica sembra essere esercitata attraverso l’inibizione del TNF-α (fattore di necrosi tumorale alfa) ed è imputabile soprattutto ai fitosteroli e ai triterpeni contenuti nella pianta.

integratori naturali per le difese

Integratori per le difese

 

BENESSERE: L’ATTIVITA’ FISICA A SOSTEGNO DI MENTE E CORPO

Perché praticare dello sport aumenta il nostro benessere soprattutto potenziando le difese immunitarie? Perché l’attività fisica spinge il corpo ad attivarsi e a far circolare più velocemente i globuli bianchi e gli anticorpo nel nostro corpo.

Benefici dell’attività fisica:

1. Aiuta a mantenere un peso corporeo sano

Poca attività fisica può aumentare il rischio di sovrappeso o obesità.  Benché il solo esercizio non porti necessariamente a una perdita di peso, in combinazione con una dieta bilanciata a basso contenuto calorico, può essere di grande aiuto per un’efficace riduzione di peso. Inoltre, è dimostrato che un’attività fisica regolare può aiutare a mantenere un peso corporeo sano nel tempo.

2. Abbassa la pressione sanguigna

Una pressione alta (o ipertensione) è un fattore di rischio per molte malattie, in particolare per l’ictus e le malattie cardiache. Un’attività fisica regolare può aumentare la resistenza del tuo cuore, riducendo così lo sforzo richiesto per pompare sangue in tutto il corpo. Ciò fa diminuire la forza esercitata sulle tue arterie, riducendo la pressione sanguigna. È stato ampiamente dimostrato che un’attività fisica regolare aiuta a mantenere una sana pressione sanguigna.

3. Diminuisce il rischio di malattie cardiache

È stato dimostrato che fare attività fisica con regolarità, specialmente di tipo aerobico, come camminata veloce, corsa e andare in bicicletta, diminuisce il rischio di sviluppare malattie cardiache. Questo beneficio è stato osservato in persone dai vari tipi di corporatura. Individui in sovrappeso o  affetti da obesità che sono fisicamente attivi hanno ben meno possibilità di contrarre malattie cardiache rispetto a chi non è attivo.

4. Riduce il rischio di diabete di tipo 2

È risaputo che l’attività fisica è un valido aiuto nella regolazione dei livelli di zucchero nel sangue e migliora la sensibilità dei nostri corpi per l’insulina. D’altro canto è stato ampiamente dimostrato che essere fisicamente inattivi aumenta il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Inoltre, a chi ha il diabete viene spesso consigliato di svolgere attività fisica per agevolare la regolazione dei livelli di zucchero nel sangue.

5. Migliora la salute e la forza ossee

È stato dimostrato che l’esercizio fisico a carico naturale (ad es. la corsa, il ballo), così come l’allenamento di resistenza, migliorano la densità ossea negli adolescenti e aiutano a mantenere la densità ossea in età adulta, riducendo il rischio di osteoporosi. Ciò è particolarmente importante per le persone anziane e per le donne in menopausa, poiché può aiutare a rallentare la naturale perdita di densità ossea che si verifica con l’avanzare dell’età.

6. Migliora il benessere psicologico e la salute mentale

È emerso che l’attività fisica regolare ha un effetto positivo sulla nostra salute mentale e sul nostro benessere psicologico. 1 Non è del tutto chiaro il funzionamento del meccanismo che fa sì che l’attività fisica apporti beneficio alla nostra salute mentale. Ciò che sappiamo è che un’attività fisica regolare può favorire il rilascio di endorfine ed aiutare ad alleviare lo stress e a migliorare la qualità del sonno, contribuendo a migliorare il nostro umore. Inoltre, sono emersi alcuni dati che suggeriscono che l’attività fisica potrebbe essere utile anche nella cura della depressione e di altre malattie mentali.

Quanta attività fisica dovremmo fare?

L’organizzazione mondiale della sanità raccomanda:

  1. Di fare almeno 150 minuti di attività fisica aerobica  di intensità moderata durante la settimana o almeno 75 minuti di attività fisica aerobica di intensità vigorosa durante la settimana o una combinazione  equivalente di attività fisica moderata e vigorosa.
  2. L’attività di tipo aerobico dovrebbe essere svolta per sessioni della durata di almeno 10 minuti.
  3. Per ulteriori benefici per la salute, gli adulti dovrebbero cercare di aumentare la propria attività fisica aerobica moderata fino a 300 minuti alla settimana, o 150 minuti di attività fisica aerobica di intensità vigorosa alla settimana, o una combinazione equivalente di attività fisica moderata e vigorosa.
  4. Gli esercizi di rafforzamento della muscolatura o anaerobici dovrebbero essere realizzati coinvolgendo i maggiori gruppi muscolari (gambe, fianchi, schiena, addome, petto, spalle e braccia) 2 o più giorni la settimana.
benessere e attività fisica

Benessere e attività fisica

Dott.ssa Maria Chiara Destro

Blog Maria Chiara Destro Padova

Maria Chiara Destro (@mariachiaradestro.it)

#benessere #salute #prevenzione #naturopatipadova

Foto

freepik.com

Pomodoro e avocado 1.0: benefici e utilizziIl ruolo del terapeuta

Cosa dicono di me




Mi farebbe piacere ricevere un feedback sulla tua esperienza.

Se lo desideri, puoi inserirlo direttamente sulla mia Pagina Facebook.

X